Cosa sono le Rettocele e a chi rivolgersi

Prurito Anale a chi rivolgersi
Cos’è il Prolasso Rettale e a chi rivolgersi
28 Novembre 2020
Tumori Del Retto a chi rivolgersi
Tumori Del Retto a chi rivolgersi
28 Dicembre 2020
Prurito Anale a chi rivolgersi
Cos’è il Prolasso Rettale e a chi rivolgersi
28 Novembre 2020
Tumori Del Retto a chi rivolgersi
Tumori Del Retto a chi rivolgersi
28 Dicembre 2020

Comprendere questa condizione è essenziale per la salute e il benessere delle persone interessate, poiché una diagnosi e un trattamento tempestivi possono migliorare significativamente la qualità della vita. Cosa sono le Rettocele e a chi rivolgersi? In questa panoramica, esploreremo cosa sono le rettocele, i sintomi associati e quando è importante cercare assistenza medica.

Cosa sono le Rettocele e a chi rivolgersi? Rispondono Visite Private e il C.M. San Marco!

Visite Private è il vostro riferimento per la salute intima! Siamo una piattaforma che facilita l’accesso alla migliore proctologia di Milano, mettendo in contatto specialisti qualificati con pazienti che necessitano di visite e consulenze. Per farlo ci avvaliamo della collaborazione del centro San Marco, un poliambulatorio all’avanguardia con medici esperti nella diagnosi e terapia delle patologie emorroidali, fistulari e dei condilomi.   

I vantaggi nello scegliere i nostri specialisti  sono:

  • Qualità certificata  attraverso una rigorosa selezione
  • Accessibilità, con tempi di attesa ridotti e prenotazioni flessibili 
  • Trasparenza totale sulle informazioni e i profili medici
  • Comodità della gestione di tutto il percorso online
  • Massima riservatezza e confidenzialità nella relazione medico-paziente

Attraverso Visite Private il paziente ha accesso diretto alle migliori competenze proctologiche nel contesto più personalizzato e protetto. Questo il nostro impegno per garantire una risposta concreta alle esigenze di salute intima dei cittadini di Milano, diagnosticando e curando efficacemente patologie come le fissure e le irritazioni anali.

Cos’è una Rettocele?

Rettocele img

Una rettocele è una condizione in cui il retto, la parte finale dell’intestino crasso, si sporge o si sposta nella parete vaginale posteriore o nella parete frontale del retto. Questo può accadere quando i tessuti e i muscoli che sostengono il retto e la parete vaginale diventano deboli o si danneggiano. La causa principale della rettocele è il deterioramento dei tessuti di supporto, spesso dovuto al parto vaginale, soprattutto se è stato complicato da un trauma o una lacera. Altre cause possono includere la stitichezza cronica e lo sforzo prolungato durante i movimenti intestinali. La rettocele può verificarsi quando il retto spinge contro o si sposta nella parete vaginale, creando una sporgenza o un rigonfiamento. Questo può causare una serie di sintomi scomodi, tra cui difficoltà nell’evacuazione intestinale, sensazione di corpo estraneo nella vagina e disagio durante i rapporti sessuali. È importante capire questa condizione poiché una diagnosi precoce può portare a opzioni di trattamento efficaci che migliorano la qualità della vita delle persone colpite.

Sintomi

I sintomi associati alla rettocele possono variare in gravità da persona a persona. Alcuni dei sintomi più comuni includono:

  • Sensazione di “vuoto” o di corpo estraneo nella vagina: Molte donne con una rettocele riferiscono una sensazione di pressione o di qualcosa che spinge nella loro vagina.
  • Difficoltà nell’evacuazione intestinale: Le rettocele possono rendere difficile l’espulsione delle feci durante i movimenti intestinali, causando stitichezza o evacuazioni incomplete.
  • Aumento del disagio durante i movimenti intestinali: Alcune persone possono sperimentare dolore o disagio durante i movimenti intestinali a causa della pressione esercitata dalla rettocele.
  • Dolore o scomodità durante i rapporti sessuali: Una rettocele può causare disagio durante i rapporti sessuali, specialmente durante la penetrazione.
  • Perdita di gas o feci dalla vagina: In alcuni casi, la rettocele può portare a perdite involontarie di gas o feci attraverso la vagina.
  • Minzione frequente o incontinenza urinaria: In alcune situazioni, una rettocele può esercitare pressione sulla vescica, causando sintomi urinari come minzione frequente o incontinenza.

Va notato che la gravità dei sintomi può variare notevolmente. Alcune persone con una rettocele possono avere solo sintomi lievi o intermittenti, mentre altre possono sperimentare sintomi più gravi che influenzano significativamente la loro qualità di vita.

Cosa sono le Rettocele e a chi rivolgersi? La risposta è al Centro San Marco! Chiama per maggiori informazioni il 0284174409

Quali sono i Fattori di Rischio?

Proctologia img

I fattori di rischio che possono aumentare la probabilità di sviluppare una rettocele includono:

  1. Gravidanza e parto vaginale. Le donne che hanno avuto gravidanze multiple o partorito per via vaginale sono più suscettibili a sviluppare una rettocele. Durante la gravidanza, il peso del feto può esercitare pressione sui muscoli pelvici e sul retto, indebolendoli nel tempo.
  2. Invecchiamento. Il processo naturale di invecchiamento può portare a una diminuzione della forza muscolare e dell’elasticità dei tessuti pelvici, aumentando il rischio di rettocele.
  3. Stitichezza cronica. Lo sforzo costante durante i movimenti intestinali a causa della stitichezza cronica può mettere pressione sulla parete anteriore del retto e contribuire allo sviluppo di una rettocele.
  4. Obesità. L’obesità può aumentare la pressione addominale, indebolendo i muscoli pelvici e favorendo la formazione di una rettocele.
  5. Attività fisica e lavori che comportano sollevamento pesante. Sollevare oggetti pesanti in modo improprio o impegnarsi in attività fisiche che richiedono uno sforzo eccessivo può aumentare la pressione addominale e contribuire alla formazione di una rettocele.
  6. Stile di vita sedentario. Una vita sedentaria può portare a una perdita di tono muscolare e aumentare il rischio di problemi pelvici, inclusa la rettocele.
  7. Fattori genetici. In alcuni casi, la predisposizione genetica può giocare un ruolo nella suscettibilità alla rettocele.

È importante notare che questi fattori di rischio possono variare da persona a persona, e la presenza di uno o più di essi non garantisce lo sviluppo di una rettocele. Tuttavia, riconoscere questi fattori può essere utile per adottare misure preventive o cercare cure tempestive se si sospetta di avere questa condizione

Come avviene la diagnosi?

La diagnosi accurata di una rettocele è fondamentale per determinare il trattamento appropriato e gestire i sintomi associati. Per diagnosticare una rettocele, il medico può utilizzare diversi metodi diagnostici, tra cui:

  • Anamnesi ed esame fisico. Durante l’anamnesi, il medico raccoglierà informazioni dettagliate sulla storia medica del paziente e sui sintomi attuali. L’esame fisico comporterà una valutazione della zona pelvica e dell’ano. Il medico cercherà segni visibili di una rettocele, come una sporgenza nella parete anteriore del retto.
  • Esame rettale digitale. Durante questo esame, il medico inserirà un dito guantato e lubrificato nell’ano per valutare la presenza e la gravità della rettocele. Questo esame può anche aiutare a escludere altre condizioni simili, come le emorroidi.
  • Esami di imaging. In alcuni casi, il medico può raccomandare esami di imaging, come una defecografia o una risonanza magnetica pelvica. Questi esami possono fornire immagini dettagliate dell’area pelvica e aiutare a valutare la posizione e l’estensione della rettocele.

La diagnosi accurata è importante perché i sintomi della rettocele possono essere simili a quelli di altre condizioni, come le emorroidi o il prolasso del retto. Una diagnosi precisa aiuta a garantire che il paziente riceva il trattamento più appropriato per la sua condizione specifica. Dopo una diagnosi, il medico discuterà con il paziente le opzioni di trattamento disponibili e aiuterà a pianificare un piano di gestione personalizzato per affrontare la rettocele in modo efficace.

Cosa sono le Rettocele e a chi rivolgersi? Trova le risposte, chiama il Centro Medico San Marco allo 0284174409! Siamo qui per te!

Quando preoccuparsi?

Dottoressa img

E’ fondamentale quando si sospetta di avere una rettocele o si sperimentano sintomi associati, prestare attenzione ai segnali che il corpo invia e cercare assistenza medica in queste situazioni:

  • Presenza di sintomi. Se si avvertono sintomi come sensazione di pienezza o disagio nella zona pelvica, difficoltà nella defecazione, sporgenza nella zona vaginale o rettale, dolore durante i movimenti intestinali o altri sintomi anomali nell’area pelvica, è essenziale consultare un medico. Anche i sintomi lievi dovrebbero essere segnalati, poiché una diagnosi precoce può prevenire complicazioni future.
  • Cambiamenti nei sintomi. Se si è già stati diagnosticati con una rettocele e si notano cambiamenti nei sintomi, come un aumento della gravità o nuovi sintomi, è importante consultare il medico il prima possibile. Questi cambiamenti possono indicare una progressione della condizione o la comparsa di complicazioni.
  • Difficoltà nella defecazione o nell’evacuazione della vescica. Se si sperimenta una significativa difficoltà nell’evacuazione intestinale o nell’urinare, ciò potrebbe essere un segno di una rettocele avanzata che sta influenzando la funzionalità degli organi pelvici. In questi casi, la consulenza medica è urgente.
  • Comparsa di sanguinamento rettale o vaginale. La comparsa di sangue nelle feci o dal canale vaginale può essere un sintomo allarmante che richiede una valutazione medica immediata. Mentre il sangue nelle feci può essere associato a molte condizioni, è importante escludere problemi più gravi, inclusi disturbi intestinali o ginecologici.
  • Pianificazione di una gravidanza o se si è incinte. Le donne che stanno pianificando una gravidanza o sono incinte dovrebbero essere particolarmente consapevoli dei cambiamenti nella zona pelvica e segnalare qualsiasi sintomo sospetto al loro medico. Le rettocele possono diventare più evidenti durante la gravidanza o il parto.

Rivolgersi a un medico in modo tempestivo è essenziale per una diagnosi accurata e un piano di trattamento adeguato. Non trascurare i sintomi o attendere che la condizione peggiori, poiché il trattamento precoce può spesso prevenire complicazioni e migliorare la qualità della vita.

A quale medico rivolgersi?

Per ricevere una valutazione accurata e un trattamento adeguato per le rettocele, è consigliabile consultare diversi specialisti medici. Ecco alcuni dei professionisti che potrebbero essere coinvolti nella gestione delle rettocele:

  • Ginecologo. Il ginecologo è uno specialista che tratta le questioni legate all’apparato riproduttivo femminile, compresa la salute pelvica. Poiché le rettocele coinvolgono spesso il tessuto pelvico, un ginecologo può essere coinvolto nella diagnosi e nel trattamento delle rettocele.
  • Proctologo o Colorettale Chirurgo. Questi specialisti si concentrano sulle malattie dell’ano e del retto, inclusi i problemi di prolasso come le rettocele. Possono essere coinvolti nella diagnosi e nell’intervento chirurgico per le rettocele, se necessario.
  • Urologo. Gli urologi si occupano dei disturbi del tratto urinario e dell’apparato genitale maschile e femminile. Poiché le rettocele possono influenzare la funzionalità della vescica e causare problemi urinari, un urologo può essere coinvolto nella gestione delle rettocele, soprattutto quando ci sono sintomi correlati all’urina.
  • Fisioterapista pelvico. Questi professionisti si specializzano nella riabilitazione della muscolatura pelvica. Possono essere coinvolti nella gestione delle rettocele attraverso esercizi di rinforzo muscolare e terapia fisica per migliorare la funzionalità pelvica.
  • Chirurgo generale. In alcuni casi, un chirurgo generale può essere coinvolto nella procedura chirurgica per riparare una rettocele, specialmente se la condizione è grave o complessa.

Conclusioni

Paziente img

Avere una comprensione chiara delle rettocele è fondamentale per affrontare questa condizione con successo. Questo articolo ha esaminato le cause, i sintomi e le opzioni di trattamento delle rettocele, fornendo una risposta preziosa per chi deve trovare la risposta alla domanda iniziale: cosa sono le Rettocele e a chi rivolgersi? Se stai vivendo sintomi di rettocele o hai domande sulla tua salute, non esitare a cercare assistenza medica. Il Centro San Marco è qui per te, con una squadra di specialisti esperti pronti a fornire una valutazione accurata e le opzioni di trattamento più appropriate.

Per prenotare una visita o una consulenza, contattaci al 0284174409

La tua salute è importante, e siamo qui per darti il supporto di cui hai bisogno. Non esitare a raggiungerci per prenderti cura di te stesso.

Questo sito utilizza cookie in conformità alla policy e cookie che rientrano nella responsabilità di terze parti. Proseguendo nella navigazione acconsenti all’utilizzo di cookie.
Maggiori informazioni

Nadia

Online

Ciao, se hai domande, sono qui per aiutarti.🙂

Ciao, se hai domande, sono qui per aiutarti.🙂

Siamo felici di riaverti, scrivici🙂👍

1